DA UN’IDEA AD UN PROGETTO

 

 

Tum…Tum… Tum… ci avete mai fatto caso? Palleggiare è forse la cosa che più assomiglia al battito di un cuore. La frequenza della palla sul parquet si alza e si abbassa esattamente come il ritmo cardiaco quando il coach sottopone la sua squadra ad una terrificante serie di affondi. Un cuore sano è capace di grandi sforzi e di grandi progetti, quegli stessi progetti che animano i sogni di tutti coloro che vivono le proprie passioni. Nelle parole e nel lavoro di Monica Stazzonelli ed Enrico Villa la passione per la palla a spicchi è forte e il progetto che ne scaturisce ha un nome preciso: Ororosa.

Ne sono parte integrante:

  • ALTO SEBINO PALLACANESTRO DI COSTA VOLPINO
  • ASD BASKET ALMENNO SAN BARTOLOMEO
  • CASIGASA BASKET DI PARRE
  • ASF DON COLLEONI DI TRESCORE
  • EXCELSIOR DI BERGAMO
  • GSD EDELWEISS BASKET DI ALBINO

Ororosa, oggi, non è solo un progetto, è quel pezzo di puzzle che completa la realtà cestistica della bergamasca.

Una realtà che trovava nel basket femminile una grossa voragine, ora colmata da quella passione che anima un palleggio. “Oggi, se una ragazza vuole continuare a giocare a pallacanestro ha la reale possibilità di poterlo fare grazie al nostro progetto”; coach Monica, che ricopre anche il ruolo di Responsabile Tecnico, fa subito canestro chiarendo qual è l’obiettivo di Ororosa: “dare continuità alla voglia di palla a spicchi che le ragazze hanno dopo aver compiuto la loro esperienza nei settori giovanili che animano le palestre di Bergamo e provincia”.

Per far questo, spiega Enrico, Responsabile Organizzativo, “vogliamo creare vari livelli a seconda della tipologia, del talento e della qualità della ragazza: questo porta ad un percorso di crescita che, indipendentemente dal punto di arrivo, ha per scopo l’allargamento del bacino di giocatrici per creare un sempre maggior numero di squadre. Noi vogliamo far giocare tutti”.

“A tale scopo”, prosegue Enrico, “ abbiamo avviato una serie di collaborazioni con diverse società di Bergamo e Provincia. Ne cito alcune: Boccaleone Basket, Divertibasket di Azzano, Polispostiva La Torre di torre Boldone, Adro Basket di Brescia, Lussana Basket di Bergamo”

Tum, tum, tum… il palleggio si fa’ più intenso quando si esprimono gli obiettivi: “Noi vogliamo alzare il nostro livello. Il nostro processo di crescita passa inevitabilmente dall’incremento della qualità tecnica delle nostre giocatrici. Tra le nostre prime squadre di riferimento, naturale sbocco per le atlete che escono da Ororosa, Fassi Edelweiss Albino che milita in A2 e Trescore che quest’anno ha conquistato la serie B.

Risulta quindi evidente la necessità di avere più squadre giovanili che si confrontano in campionati di livello nazionale: palestre, risorse, finanziarie e tecniche, e un’evoluzione filosofica del progetto che punti sempre più in alto”. Il profilo professionale di Monica è la risposta che Ororosa ha dato a fronte di questo obiettivo. Un traguardo che si raggiungerà attraverso un’etica societaria che è ben illustrata da Enrico: “L’atteggiamento e il modo in cui ci si propone è fondamentale tanto per le giocatrici quanto per noi che componiamo lo staff tecnico e dirigenziale. Ecco perché la scelta di allenatori e dirigenti ricade su profili di persone conosciute e che ci permettono di proseguire nel nostro processo di crescita. Noi vogliamo che Ororosa diventi un modello per l’etica trasmessa: il rispetto che vogliamo guadagnarci sul campo rispecchia i valori sul parquet, quelli che esprimiamo sulle tribune delle palestre e quelli che trasmettiamo noi dirigenti in primis come società”.

È da queste parole che si intende perfettamente la vera natura del progetto Ororosa. Prima che essere una società, Ororosa è una squadra: ogni componente, dirigenti, allenatori, staff tecnici, ragazze e genitori vanno a comporre un ideale quintetto nel quale ogni soggetto è importante e determinante nel suo ruolo. Una squadra le cui ambizioni partono da Bergamo e provincia, e che collabora con le altre realtà che animano i parquet del territorio, per cercare di crescere sempre di più.

Tum… tum.. tum… ci avete mai fatto caso? Palleggiare è forse la cosa che più assomiglia al battito di un cuore. Il cuore di Ororosa batte forte di passione. Una passione, quella per il basket femminile, che vuole materializzarsi attraverso un progetto che mira alla qualità in tutte le sue diverse sfumature.

Non resta altro che…….. puntare dritti a canestro!!!!!

 

***

Un ringraziamento particolare va a  Leonardo Zeduri  per il tempo che ci ha dedicato nel raccogliere l’intervista e  per il bel “pezzo” che ha scritto.

Grazie Leo!!!!!!!!!!!!!!!!!!

***

 

 

 

Annunci

U 18 OROROSA ALBINO vs BFM STARS UNICA

 

BFM STARS UNICA vs OROROSA ALBINO 52 – 47

Parziali (12-8  8-16  16-15  16-8)

Ororosa Albino: Finazzi 5, Cenati 6, Abbate, Patelli 2, Pintossi 16, Tall 7, Gionchilie 6, Carrara 5. All. Zenoni vice Stibiel.

 

Lacchiarella ore 21,30:  Inizia la partita.

Di fronte la squadra BFM Stars Unica che solo due giorni fa ha battuto la corazzata Geas a Biassono. E’ la seconda trasferta lunga un tre giorni, altri cento chilometri all’andata e cento al ritorno. L’inizio della partita ci vede punto a punto per gran parte del primo quarto che però terminiamo sotto di quattro punti (12-8). Le nostre avversarie sono mediamente più alte di noi e al rimbalzo, sotto canestro, hanno spesso la meglio. Al rientro cerchiamo di metterci ancora più grinta aumentando il pressing e conquistando qualche palla. Mettiamo più attenzione alla fase difensiva e andiamo all’intervallo lungo in vantaggio 20-24 con un parziale incoraggiante 8-16. Durante la pausa cerchiamo di recuperare energie e riorganizzare le idee. Il terzo quarto, vede un sostanziale equilibrio e terminiamo ancora in vantaggio 36-39. La stanchezza comincia a essere evidente in tutte noi. A turno, chi siede in panchina, cerca di recuperare il più possibile e nel frattempo fa un tifo infernale per le compagne. Inizia l’ultima frazione. Rimaniamo agganciati alla partita sino a 3 minuti dal termine ma le nostre avversarie hanno maggiori centimetri, chili ma soprattutto energia.

Un parziale pesante (16-8) ci porta al risultato finale di 52-47. Le nostre avversarie e diversi loro tifosi in tribuna, ci fanno i complimenti per come, in sole otto giocatrici, siamo riuscite a tenere testa alla squadra di casa. Questo, però, non attenua la nostra delusione. Sono le 23.30. Inizia il viaggio di ritorno. Siamo stanche ma, consapevoli di aver dato tutto. Dopo una ventina di minuti di silenzio, sul pulmino, torna lentamente l’allegria. Lunedì altra partita importante contro Geas. Saremo pronte.

 

Per vedere le immagini clicca qui: Continua a leggere “U 18 OROROSA ALBINO vs BFM STARS UNICA”

U 16 OROROSA ALMENNO PRIMA VITTORIA !!!!!!!!!!

OROROSA ALMENNO vs GAVIRATE 53– 44

Parziali (17-12 15-13 11- 19 10-8)

Ororosa Almenno:Roncalli,Consonni 23, Gnani, Sorti 14, Fosatti 2, Agazzi , Spadetto 6, Bombardieri 1, Benedetti 5, Rota , Bonfanti 2. All Bedini.

Partita molto fisica ma abbiamo resistito fino alla fine alternando ritmi alti di gioco momenti di “relax” che però non ci hanno impedito di tenere la testa  sempre avanti nonostante una Aurora quasi perfetta nei tiri piazzati e una Jennifer incontenibile  sotto canestro e con i suoi attacchi molto fisici e potenti che si concludevano, spesso,  con canestro più fallo. Noi abbiamo evidenziato un gioco di squadra e una buona difesa a zona che in alcune occasioni ci ha permesso di effettuare anche contropiede efficaci.

Ala fine partita grande entusiasmo tra le nostre ragazze che  hanno assaporato, finalmente,   il gusto della prima vittoria in campionato .

U 16 OROROSA ALMENNO vs OROROSA BERGAMO

 

OROROSA ALMENNO vs OROROSA BERGAMO 26- 52

Parziali (7-12, 5-12, 6-18, 8-10)

Ororosa Almenno:Roncalli ,Consonni 14 , Sorti 4, Fossati 1, Agazzi, Spadette, Bombardieri 2, Benedetti 3, Rota, Bonfanti, Gnani 2. All. Bedini.

Il derby di ritorno tramite le “cugine” dell’ Ororosa si e conclusa con la vittoria delle cugine cittadine come la partita del andata ma con una differenza punti inferiore  dell’andata.
Come  da pronostico la partita non é stata mai messa in discussione per le ragazze di Bergamo.  Noi  abbiamo provato a fare il nostro meglio ma   l’esperienza delle giocatrice cittadine ha fatto la differenza.

Quindi risultato scontato ma una parità che si è svolta in un clima  bellissimo caratterizzato da  un forte legame tra le ragazze che si sentono parte di uno stesso gruppo.
Per concludere un in Bocca al lupo a Michi che si é infortunata durante la partita.  Ti aspettiamo presto in campo !!!!!!!!